Come arredare una camera

Come arredare una camera da letto: 5 consigli
16 Aprile 2019 Administrator

Come arredare una camera da letto: 5 consigli utili

In questo articolo scopriremo insieme come arredare una camera da letto, per rendere questo ambiente quanto più confortevole ed accogliente. Scegliere l’arredamento giusto, a partire dal letto fino ai mobili ed agli accessori, è essenziale per trasformare la zona notte in un luogo ideale per il relax.

Ecco, dunque, cinque suggerimenti utili e idee per arredare camera da letto e camerette dei bambini, a seconda sia dei propri gusti estetici, che delle abitudini ed esigenze personali e della famiglia.

La posizione ideale del letto

Per cominciare, occorre valutare la posizione più adatta per il letto. Ciò vale sia per il letto matrimoniale che per i letti singoli. Secondo il feng shui, l’orientamento migliore per conciliare il sonno è quello con la testiera diretta verso Nord: pare, infatti, che questa posizione determini l’allungamento della fase REM.

Altrettanto importante è la posizione del letto rispetto alla finestra ed alle fonti di luce. È buona norma evitare che i raggi solari, al mattino, incrocino il cuscino: il rischio, infatti, è quello di svegliarsi ore prime del necessario. Infine, se possibile, scegliete una parete senza aperture per la testiera, meglio ancora se rivolta verso l’interno della casa ed opportunamente isolata dal freddo e dai rumori.

I colori della camera da letto

I colori della camera da letto dovrebbero essere neutri ma non troppo luminosi, per conciliare al meglio il sonno. Le tonalità favorite sono quelle naturali: legno, beige, panna, oppure le sfumature pastello. Questo consiglio vale, in particolar modo, per arredare camere da letto matrimoniali, mentre le camerette dei bambini possono prevedere qualche eccezione, inserendo note di colore qua e là: un tappeto o delle tende a fantasia, un armadio con le ante colorate o, ancora, una parete a contrasto.

Scegliere prodotti di qualità

Per ottenere un elevato grado di comfort, è bene preferire mobili e prodotti di qualità: in particolare, ci riferiamo a materassi e cuscini, che dovrebbero essere selezionati con la dovuta attenzione.

Un materasso vecchio o scadente, infatti, non aiuta a conciliare il sonno. Inoltre, rischiereste di svegliarvi doloranti ed affaticati, per via di una postura scorretta mantenuta per tutta la notte. Inoltre, è bene lasciarsi consigliare da un esperto per individuare la tipologia più adatta di materassi e cuscini, soprattutto per quel che riguarda l’imbottitura. Se siete indecisi o se le vostre esigenze non combaciano con quelle del vostro partner, preferite un materasso composito, ovvero formato da strati di materiali diversi (es. Watercell e Memory Foam). Per il cuscino, invece, orientatevi in base alla posizione nella quale siete soliti dormire: sottile e soffice se dormite a pancia su, spesso e rigido se dormite di fianco.

Evitate I dispositivi elettronici in camera

È cosa nota che i dispositivi elettronici creino una sorta di «interferenza» con il ritmo sonno/veglia. Di conseguenza, nell’arredamento della camera da letto, non andrebbero mai inseriti computer e televisori. Inoltre, per migliorare la qualità del sonno, evitate di utilizzare PC e smartphone nelle ore immediatamente precedenti al riposo. Con una lampada regolabile accanto al letto, potrete creare l’atmosfera ideale per la lettura: un’attività che, invece, aiuta a scivolare dolcemente nel sonno!

Igiene e salute in camera da letto

Se vi state chiedendo come arredare la camera da letto, sappiate che, oltre alla scelta e posizione dei mobili, è bene prestare attenzione alla salute ed all’igiene. Come fare? Evitando oggetti nei quali la polvere, gli acari e i batteri possano annidarsi con facilità, oppure lavandoli con regolarità: tende, tappeti, moquette, ma anche grandi peluches, dovrebbero stare il più lontano possibile dal vostro letto.

Un’ottima soluzione, poi, è scegliere una camera ben illuminata ed arieggiata per dormire: aprendo spesso le finestre, infatti, potrete far fuoriuscire l’umidità, evitando così la formazione di muffe.