Come smettere di russare

Come smettere di russare
18 Novembre 2019 Administrator

Come smettere di russare

La roncopatia è un fenomeno acustico caratterizzato da un rumore, di intensità variabile, generato lungo le vie respiratorie da strutture mobili e vibratili causato dall’ostruzione parziale delle vie aeree. Se l’ostruzione è completa, il passaggio dell’aria si interrompe temporaneamente e si verificano le Apnee ostruttive.

Per capire la diffusione di questo fenomeno qualche statistica: è stimato che il 30% della popolazione sopra i 30 anni russa. La percentuale sale al 40% dei soggetti sopra i 40 anni, il 19% delle donne russa (il fenomeno aumenta per le donne dopo la menopausa per i cambiamenti ormonali). Oltre il 60 % degli adulti lamenta che il proprio partner russa. Il 6% dei bambini russano abitualmente.

L’esperienza suggerisce che il russare peggiorerà nel corso del tempo se il disturbo non viene trattato; le vibrazioni sembrano danneggiare i vasi sanguigni che alimentano i muscoli di testa e collo. Il russare, pertanto, non è solo fonte di disagio per chi divide con il russatore la camera da letto o l’appartamento, ma è soprattutto un problema di salute per chi soffre di tale disturbo.

Cause del russare

Le cause sono da attribuire alla difficoltà di passaggio del flusso d’aria durante la respirazione e ciò può dipendere da vari fattori, tra cui ricordiamo:

  • Rilassamento dei muscoli della gola e delle vie aeree superiori durante il sonno.
  • Congestione nasale, provocata dall’accumulo di secrezioni, che può impedire che la respirazione attraverso il naso avvenga liberamente.
  • Presenza di adenoidi e tonsille ingrossate o ipertrofia dei turbinati.
  • Deviazione del setto
  • Presenza di polipi nasali.

Rimedi per non russare

In assenza di qualsivoglia difetto anatomico, su cui si dovrà intervenire in altro modo, si può ricorrere a semplici rimedi per smettere di russare quali:

  • Cerotti da applicare sul naso o dilatatori nasali in silicone per incrementare il flusso di aria dalle narici.
  • Dispositivi mobili di avanzamento della mandibola, in grado di creare uno spazio maggiore tra la lingua e la faringe, facilitando il decorso dell’aria, per questi è meglio ricorrere a prescrizione di un otorino.
  • Spray orali: prodotti che lubrificano i tessuti molli al fine di ridurne le vibrazioni.
  • Spray nasali: a base di antistaminici o cortisonici  aiutano a risolvere la congestione nasale da raffreddore o allergia. A questo scopo validi sono anche i suffumigi o l’utilizzo di umidificatori per l’ambiente con oli essenziali di menta, eucalipto, pino o ginepro.

Metodi per non russare

Per limitare il russare ci sono anche semplici accorgimenti:

  • Mantenere il peso ideale: l’accumulo di adiposità in generale ed in particolare nella zona del collo comporta una maggiore difficoltà nel passaggio dell’aria principalmente in posizione sdraiata.
  • Limitare l’assunzione di alcolici: specie prima di andare a dormire, perché tali bevande rilassano ulteriormente le strutture muscolari.
  • Consumare una cena leggera: niente abbuffate quindi né cibi difficili da digerire. Andare a letto con la pancia troppo piena predispone ad un sonno molto profondo e quindi al russamento.
  • Non dormire supini: la posizione supina (pancia in sù) favorisce il collasso del palato molle. E’ meglio prediligere il riposo sul fianco.

Fabricatore migliora il vostro sonno

Una valida soluzione per non russare è anche l’utilizzo di cuscini e materassi di qualità, come i prodotti Fabricatore.

I materassi Fabricatore in Memory Foam e Waterfoam combinano perfettamente morbidezza e rigidità e sono ideali per chi dorme sul fianco, ovvero nella posizione migliore per coloro che hanno problemi di russamento; i cuscini Fabricatore a Saponetta in Memory e Aloe attenuano il russare grazie alle particelle con essenza di Aloe Vera che al contatto con la pelle apportano funzioni benefiche: rinfrescanti, lenitive e antinfiammatorie.

Fabricatore garantisce materiali e tessuti di altissima qualità per un riposo sano e tranquillo. Contattateci per richiedere maggiori informazioni.