Materassi memory

Materassi memory : qual è lo spessore ideale?
1 Aprile 2019 Administrator

La scelta di un buon materasso dipende da vari fattori. Innanzitutto, occorre valutare la tipologia più adatta alle esigenze: materassi memory o altri materiali? Meglio un’imbottitura tradizionale o una «composita»? Fabricatore vi spiega come scegliere il prodotto giusto per voi, a partire da due aspetti fondamentali: lo spessore e la composizione dei materassi.

Materassi memory: lo spessore ideale

I materassi memory offrono grandi benefici in termini di comfort: la peculiarità di questi prodotti è proprio la viscoelasticità, ovvero la capacità di modificarsi in base al peso, alla forma ed al calore del corpo. Tuttavia, quando lo spessore dei materassi memory è troppo sottile o quando la struttura interna risulta scadente, i vantaggi vengono meno: ecco perché è importante optare per un prodotto di qualità, realizzato con materiali di pregio.

Nella categoria dei materassi memory – ricordiamo – ricadono anche quei materassi composti da più strati di poliuretano, dei quali soltanto quello superiore è in memory foam. Questi materassi sono generalmente formati da una o più lastre di poliuretano (ad es. Watercell) sovrapposte, con uno strato finale in memory foam che conferisce sofficità e comodità al prodotto. Questa speciale composizione permette ai materassi memory di offrire il giusto equilibrio tra morbidezza e sostegno, in modo tale da non lasciar «sprofondare» il peso all’interno. Dunque, lo spessore complessivo ideale, per i materassi in memory foam e Watercell, deve essere non inferiore ai 18 cm, per valorizzare al meglio le caratteristiche e i vantaggi del poliuretano ed ottenere il grado comfort desiderato.

Tra i materassi Fabricatore che rispondono a queste caratteristiche, troviamo il Materasso Classic , composto da due lastre in Watercell e da una in memory foam, per un’altezza complessiva di 28 cm ed un sostegno ottimale per tutto il corpo, il Materasso Fisio Top , anch’esso in Watercell e memory foam, per uno spessore complessivo pari a 20 cm, e Fisio Relax  in Watercell e memory foam, che presenta uno spessore complessivo di 18 cm ed una densità particolarmente elevata.

Scegliere il miglior materasso: la composizione interna

Quando si sceglie un materasso, non basta misurare lo spessore: altrettanto importante è la composizione della struttura interna. Oggi, per rispondere alle diverse esigenze del pubblico, vengono realizzati materassi «compositi», con un’imbottitura formata da più strati sovrapposti: Watercell e memory foam, lattice e memory foam e via di seguito.

Questi materassi, combinando le proprietà di più materiali, risultano particolarmente versatili e confortevoli: lo strato rigido aiuta a mantenere una posizione corretta durante il sonno, mentre lo strato più soffice accoglie il corpo e favorisce la circolazione sanguigna.

Tra i materassi compositi Fabricatore, consigliamo il nuovo Fisio Relax, con un’anima interna in Watercell e memory foam, ideale per chi desidera dormire in una posizione ottimale, senza rinunciare alla morbidezza e ad una piacevolissima sensazione avvolgente.