Posizione corretta per dormire

Posizione corretta per dormire: scopri qual è!
16 Aprile 2019 Administrator

Posizione corretta per dormire: scopri qual è secondo gli esperti!

Per anni si è dibattuto riguardo alla posizione corretta per dormire, in base agli effetti benefici (ed agli eventuali svantaggi) per l’organismo, ma anche alla qualità del sonno. In realtà, è difficile stabilire quale sia la migliore posizione per dormire, in quanto questa dipende sia dalle abitudini della persona, sia da fattori temporanei come, ad esempio, la gravidanza, sia dall’insorgenza di eventuali disturbi o patologie.

Ad ogni modo, alcune posizioni risultano più adatte a regalare un sonno ristoratore, mentre altre possono causare dei problemi che, alla lunga, rendono il riposo notturno meno continuo e, dunque, benefico.

Scopriamo, dunque, qual è la posizione corretta per dormire e quali, invece, andrebbero evitate.

Posizione supina

La posizione supina – a pancia in su – è considerata la più naturale: non a caso, un’alta percentuale di persone preferisce dormire in questo modo! Questa posizione favorisce il rilassamento muscolare e della schiena, in quanto permette di mantenere dritta la colonna vertebrale senza sforzo. Di conseguenza, è molto indicata per contrastare sciatica e dolori o per chi soffre spesso di infiammazione alla zona cervicale.

Tuttavia, questa non è affatto la posizione ideale per dormire, se si ha la tendenza a russare. Sconsigliata anche per coloro che sono affetti da problemi respiratori, da reflusso esofageo e da apnea notturna.

Ad ogni modo, per chi dorme in posizione supina, il memory foam costituisce un’ottima scelta: l’ideale è un materasso morbido ed un cuscino avvolgente ma non troppo spesso, come i cuscini memory Fabricatore.

Posizione di fianco

Dormire di fianco è un’abitudine molto comune, in quanto riporta alla mente la posizione fetale, assunta tipicamente dai bambini. Questa, inoltre, è la posizione corretta per dormire se si soffre di problemi digestivi e gastrite (fianco sinistro), o di disturbi cardiocircolatori e pressione alta (in questo caso, meglio scegliere il fianco destro). In aggiunta, è considerata la migliore posizione per dormire bene in gravidanza, specialmente negli ultimi mesi, quando il peso e le dimensioni della pancia mal si conciliano con altri modi di riposare.

Per chi dorme spesso di fianco, è consigliato l’uso di un materasso che dia sostegno alla colonna, meglio se a portanza differenziata, in modo tale da distribuire efficacemente il peso. I materassi memory Fabricatore, composti da Waterfoam e Memory Foam creano un equilibrio ottimale tra morbidezza e rigidità.

Posizione prona

Tra tutte, questa è la posizione per dormire meno consigliata. Difatti, chi dorme a pancia sotto tende a sollevare la testa sul cuscino, assumendo una postura rigida e scorretta per tutta la notte. Il risultato? Un fastidioso torcicollo che dura anche per diversi giorni di fila! Non dimentichiamo, poi, che la posizione prona crea uno schiacciamento dello stomaco e degli organi interni, causando problemi digestivi e respiratori. Insomma, non proprio la posizione corretta per dormire e svegliarsi in forma il mattino seguente.